giovedì 8 novembre 2012

Il rock della Terza Pietra Del Sole da Varese: "Tutto sotto controllo"

Ascoltare il nuovo album dei TPDS in cuffia, sotto una coperta mentre fuori piove rende molto difficile giudicarle il disco della band in modo oggettivo.... è una situazione perfetta per cominciare l'ascolto....

Le tracks di “Tutto sotto controllo” sono canzoni che non ti impongono una morale ben precisa: adatte ad un mood riflessivo, hanno corpo spento e mente ben accesa. La prima impressione è che ci sia un filo di collegamento diretto tra le persone che suonano e ciò che suonano, sembra che riescano a tradurre molto fedelmente  ciò che vogliono esprimere. Tutto ciò è reso possibile anche grazie alla loro tecnica e al pieno controllo dei rispettivi strumenti:i TPDS sono ottimi musicisti e questo è indubbiamente uno dei loro punti di forza. Tecnica invidiabile e contenuti musicali di qualità, non necessitano quindi di sovrastrutture quali finzioni sceniche, suoni cool o contenuti lirici forti a tutti i costi. E' sicuramente un vanto per questi ragazzi del varesotto.La band non nasconde affatto le proprie influenze musicali né al tempo stesso si parcheggia in un filone “sui generis” ben definito. Se pistola alla tempia mi venisse chiesto: “Dimmi chi ti ricordano i TPDS !!!???”, sussurrerei: “... Led Zeppelin,???...”. I riff di Niccolò Maggio (chitarra) svelano la dura gavetta della band su cover anni '60/ '70 .In “Tutto sotto controllo” la chitarra più seventies viene reinterpretata con una distorsione che non è lontana da quella utilizzata da Munky Shuffer dei Korn ,in perfetta linea con il suono corposo del basso di Davide Scafetti. Dal massiccio tappeto musicale la voce di Elisa Begni.si eleva e diventa protagonista di tutte le tracce dell'album. Penso che la maturazione dei TPDS non sia lontana dal completamento:sarebbe davvero fascinoso poter ascoltare questi ragazzi in una direzione più prettamente compositiva al dispetto della loro eccelsa tecnica.
Riccardo Martorana 








“L’ira di Orfeo” e “Condizione d’esistenza”, i primi due Ep della Terza Pietra del Sole prodotti presso il Feeling Music Studio di Varese ed usciti entrambi nel 2010. Tutto l’anno successivo vede la band impegnata in una lunga serie di live sui palchi di tutta Italia, tra i quali quello delle Scimmie e del Rock’n’Roll di Milano, quello del Keller Platz di Prato, del Titty Twister di Villadossola, del Contestaccio di Roma e quello del Sonic Waft di Anzio, dove la TPDS approda come finalista nell’ambito del contest intitolato a Chris Cappell.  Nel gennaio 2012 realizza “Tutto Sotto Controllo”,il suo album di debutto registrato, mixato e masterizzato da Tancredi Barbuscia presso il Green River Studio di Cavaria (Va). a La Terza Pietra Dal Sole  porta sul palco uno show intenso, curato nei minimi dettagli: atmosfere tirate ed energiche, si alternano ad altre decisamente più sognanti, dando vita ad uno spettacolo singolare e accattivante




Nessun commento:

Posta un commento