venerdì 22 febbraio 2013

Il mistico Reggae dei pugliesi Rhomanife

Dal cuore della Puglia, ovvero dal rione "Libertà" di Bari  arriva il reggae 'n strascinati  dei Rhomanife, un gruppo storico della musica pugliese, sulla scena dal 1985.

reggae band rhomanife
di Ssolvio 
Come tengono a sottolineare non sono solo un gruppo ma piuttosto "un collettivo fatto di musicisti, cantanti, semplici amanti della musica: insomma una crew. Un laboratorio in continua progressione.


 Un gruppo di persone, amici, uomini e donne che da anni condividono il pane e le convinzioni, estremamente solidali al loro interno e sempre aperti all’esterno. Collegati alla rete dei sound system pugliesi, italiani ed internazionali che imperversano nella Penisola". 


Effettivamente  le produzioni uscite  da questo  laboratorio si sono fatte apprezzare con  il precedente  album “Love songs” che conteneva due chicche come  “Sciamaninne”, convincente elaborazione reggae del più famoso scioglilingua pugliese, e la splendida   “No all’eroina” ottimo  esempio di come  il reggae possa supportare ottimi testi italiani.


Recentemente i  Rhomanife hanno partecipato, con l'associazione Water Of Life   al “Tour per la Fratellanza fra i Popoli 2012”,  che ha toccato numerose città italiane ed europee. In quell’occasione sono stati presentati  i pezzi  del nuovo album “In The Sky”.

La band attualmente è formata da Gianni Somma voce e chitarra,  Pino Di Taranto  (che è anche presidente di Water Of Life) basso, Valeria Quarto voce, Filomena De Leo voce, Nicola Boccuzzi chitarra, Cosimo Lagioia tastiere,  Francesco Bartoli batteria e Francesco Stea chitarra.



Ho ascoltato tre tracce  del loro “In The Sky”, reggae mistico, quasi preghiere e profezie dal  classico andamento in levare, che  invocano il ritorno di Gesù Cristo il Signore in questi tempi di grandi mutamenti etici e sociali come recita la bella title track.


“Pray  now “  è  il pezzo che  più mi è piaciuto musicalmente,  ottimi arrangiamenti e controcanti  un reggae veramente trascinante. Sincero. Un inno all’amore e alla solidarietà  nel nome “dell’Iddio Unico di Abramo”.

Jah ricalca i temi ed il calore  delle altre due tracce.  Insomma questi pezzi riscaldano il cuore a prescindere dal credo religioso, Una musica gioiosa. Spero che  nel disco ci siano anche pezzi in italiano in modo che il messaggio dei Rhomanife  possa essere apprezzato  da più  persone come già  avvenuto con le canzoni dell’album precedente.

by Ssolvio

Nessun commento:

Posta un commento